Alexis Bledel sull’importanza della serie Il racconto dell’ancella: “Giovani, impegnatevi in politica!”

Protagonista della nuova serie Hulu, Alexis Bledel si pronuncia sull'importanza del messaggio della serie Il racconto dell'ancella

15
CONDIVISIONI

Presentando la nuova serie di cui è co-protagonista The Handmaid’s Tale – Il racconto dell’ancella, prodotta da Hulu, l’attrice Alexis Bledel ha parlato dell’importanza di questo progetto e delle sue speranze in merito alla recezione da parte del pubblico.

Il tema affrontato da questa serie distopica, in cui le donne perdono l’autonomia e i diritti sul proprio corpo e vengono ridotte a mere ancelle da un regime politico maschilista e autoritario, secondo l’attrice dovrebbe scuotere le coscienze, soprattutto quelle dei più giovani.

Nel corso di un dibattito al Tribeca Film Festival, dove la serie è stata presentata in anteprima, Alexis Bledel ha auspicato che la visione di questa storia possa ispirare i giovani, animare nuovi moti di speranza e spingerli ad un maggior impegno politico.

Spero che se i giovani guarderanno lo spettacolo, la rilevanza di questi argomenti possa suscitare molte emozioni, mi auguro che abbia un effetto positivo, che l’emozione possa essere incanalata in un’azione politica come chiamare o scrivere ad un esponente del Congresso o spingere a fare volontariato o qualcosa di propositivo per il bene comune.

Alexis Bledel, che nella serie interpreta l’ancella Ofglen, ha decisamente preso le distanze con questo nuovo progetto dal suo ruolo storico, quello di Rory Gilmore in Gilmore Girls – Una mamma per amica. La sua speranza è che questo nuovo ruolo contribuisca a spingere nuove generazioni ad impegnarsi per una società più equa che riconosca l’importanza fondamentale della parità di genere. Il racconto di queste donne in cerca della loro libertà e dei loro diritti – definito dalle prime recensioni oltreoceano “un terrificante horror femminista” – è  quanto mai attuale: le tensioni sociali che stanno attraversando l’America in questo periodo, dopo l’elezione di Trump alla Casa Bianca, invitano ulteriormente a riflettere sulla condizione della donna nella società moderna.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.