Il film di Downton Abbey si farà: la sceneggiatura segreta, le riprese e l’entusiasmo del cast (video)

Nuove indiscrezioni sul film di Downton Abbey: parla Jeremy Swift, che nella serie ha interpretato il maggiordomo Spratt

15
CONDIVISIONI

Il film di Downton Abbey sembra finalmente sulla buona strada per diventare realtà. La pluripremiata serie di Julian Fellowes si è conclusa dopo sei stagioni con lo speciale trasmesso nel Regno Unito il giorno di Natale del 2015, ma buone notizie sono in arrivo per i fan della saga.

Jeremy Swift, che nella serie ha interpretato il maggiordomo Spratt, si è lasciato sfuggire più di un’indiscrezione sul presunto film di Downton Abbey, un progetto di cui si parla ormai da anni, a cui il creatore ha più volte accennato, spiegando però di voler mettere in cantiere solo qualcosa dall’elevato standard qualitativo che risulti soddisfacente per il pubblico.

A quanto pare, si procede proprio in questa direzione, anche se sull’intera iniziativa resta un alone di mistero: “C’è una sceneggiatura che è stata inviata a tutti noi, ma è scomparsa in stile Mission: Impossible dai nostri messaggi di posta elettronica dopo un po’. Puff” ha dichiarato Jeremy Swift a Lorraine.

Insomma, una sceneggiatura esiste, il cast ne è a conoscenza, ma evidentemente si sta lavorando nel massimo riserbo per cercare di conciliare gli impegni dei tanti membri del cast artistico e tecnico, prima di inaugurare il set: “Le riprese dovrebbero essere realizzate quest’anno, ma non è stato ancora confermato. Bisogna riportare tutti in uno stesso spazio e tempo, penso che ci sia una gran voglia di farlo”.

Sulla volontà del cast di prendere parte ad un ulteriore capitolo di Downton Abbey non c’è alcun dubbio: anche se molti protagonisti hanno ormai intrapreso altre strade – come Michelle Dockery in Good Behavior, pronta comunque a rivestire il ruolo di Lady Mary ancora una volta – tutti si sono espressi pubblicamente a favore di un ennesimo ritorno sul set per la celebrazione della saga dei Crawley, record d’ascolti e di consensi oltremanica come nel resto del mondo. Non resta che attendere l’ufficializzazione del progetto.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.