Tutti ballano Occidentali’s Karma di Francesco Gabbani (video): così è nata la coreografia con la scimmia

A Carrara, come nel resto d'Italia, si balla Occidentali's Karma di Francesco Gabbani: la sua coreografia è diventata un fenomeno virale

191
CONDIVISIONI

Ormai ballare sulle note di Occidentali’s Karma di Francesco Gabbani è una vera e propria mania, di quelle da tormentone estivo nonostante si sia ancora in pieno inverno.

Il vincitore – meritevole o meno – dell’ultimo Festival di Sanremo, con la sua coreografia che più semplice non si può ha creato una moda destinata a protrarsi almeno fino alla prossima estate, capace di coinvolgere tutti, adulti e bambini, giovani e meno giovani, con lo stesso entusiasmo.

In rete si moltiplicano video di ballerini alle prese con coreografie più o meno improvvisate sulle note del brano, spesso con la presenza di un riferimento al travestimento da scimmia portato sul palco dell’Ariston.

Tra i tanti, spesso condivisi dallo stesso Gabbani, ecco quello realizzato dalla Palestra Balance di Carrara, città natale dell’artista, che ha portato in piazza un flash mob in onore del conterraneo vincitore di Sanremo: “Ringrazio i miei concittadini di Carrara, ma per impegni non sono riuscito a partecipare” ha scritto il cantante su Facebook commentando l’omaggio.

Com’è nata l’idea di una danza da associare al brano? Ne ha parlato a La Stampa il ballerino Filippo Ranaldi, che ha accompagnato Gabbani in tutte le sue performance all’Ariston e ha progettato con lui la coreografia ispirata ai movimenti di Lucio Dalla in Attenti al lupo.

Io e Gabbani ci siamo incontrati per la prima volta sul set del videoclip. L’idea di fare quel particolare movimento è venuta a lui, io l’ho aiutato a codificarlo e a mettere a punto la coreografia. (…) Per il mio assolo ho dovuto interpretare il testo e ideare una coreografia che rappresentasse la contrapposizione tra cultura occidentale e orientale. È stato impegnativo.

Impegnativo ma riuscitissimo. Chi è cresciuto negli anni Novanta ricorderà come fenomeni simili fossero più in stile Festivalbar che Festival di Sanremo, ma l’era dei social network ha contribuito a rendere un fenomeno di massa anche un brano incoronato vincitore in una kermesse che fino a qualche anno fa era considerata una vetrina musicale un po’ polverosa. Una tendenza invertita in questi ultimi anni da fenomeni capaci di diventare crossmediali, coinvolgendo radio, tv e web, come quello dello youtuber/cantante Fabio Rovazzi o, sul piano internazionale, di Psy.

Se Occidentali’s Karma di Francesco Gabbani aprirà la strada di una carriera lunga e duratura per il cantautore di Carrara o se sarà solo una bolla di sapone (“Durerà tre mesi“, ha dichiarato Pippo Baudo, parlando dell’ultimo Festival di Conti e delle differenze rispetto ai suoi) è presto per dirlo e forse non è nemmeno giusto addebitare a questo brano intelligente, dichiaratamente furbo e prevedibilmente virale la responsabilità di lanciare o affossare una storia musicale.

Prima news della giornata:
in una sola settimana #OccidentalisKarma è DISCO D’ORO ?
Non vi ringrazierò mai abbastanza!

Fimi – Federazione Industria Musicale Italiana

Pubblicato da Francesco Gabbani su Lunedì 20 febbraio 2017

Di sicuro per il momento Occidentali’s Karma di Francesco Gabbani assomiglia tanto a un gioco da villaggio estivo, mentre si fa strada come i tormentoni di un Rovazzi qualsiasi: il brano già disco d’oro è in vetta della classifica iTunes dei brani più acquistati, attestandosi come il singolo più scaricato in Italia in classifica Fimi, nonché al primo posto nella graduatoria italiana di EarOne delle canzoni più trasmesse in radio nella settimana successiva a quella sanremese. Per non parlare del video ufficiale su Youtube che ha superato 20 milioni di visualizzazioni in meno di due settimane. E se sarà un fuoco di paglia lo dirà soltanto il tempo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.