Presto in Italia l’Honor 8 Pro, versione potenziata di Honor 8: scheda tecnica e prezzo

Arriva il turno di Honor V9, in programma per il mercato europeo con il nome di Honor 8 Pro

23
CONDIVISIONI

Dato il successo di Honor 8 era lecito aspettarsi il brand cinese avrebbe tentato di capitalizzare il più possibile le entrate: Honor 8 Pro potrebbe rappresentare un’ulteriore occasione di crescita per il produttore.

Preannunciato per la Cina (con presentazione vera e propria fissata al prossimo 27 febbraio, non più al giorno 21, come era stato detto fino a poco fa) con il nome di Honor V9, Honor 8 Pro si configurerà come il corrispettivo europeo per il nostro mercato (qui le cose iniziano a farsi davvero interessanti).

Ecco le presunte specifiche: schermo da 5.7 pollici con risoluzione QHD di 2560 x 1440 pixel, processore Kirin 960 da 2.4 GHz, 4 o 6 GB di RAM (a seconda del modello), 64 e 128 GB di memoria interna (espandibile tramite microSD), sistema di doppia fotocamera da 12 + 2 MP (frontale da 8), batteria da 3900 mAh, Android 7.0 Nougat con EMUI 5.0, dimensioni di 157 × 77,5 × 6,97 mm distribuiti in 184 gr. di peso, Wi-Fi 802.11 b/g/n, LTE, GPS e Bluetooth 4.1.

A bordo di Honor 8 Pro non dovrebbe mancare lo scanner di impronte digitali, il tutto proposto ad un ipotetico prezzo di 2299 yuan (pari a 313 euro circa, al cambio attuale). Tre eventuali colorazioni per Honor 8 Pro: oro, argento e oro rosa, come anticipato a suo tempo per Honor V9.

Se Honor 8 Pro dovesse mantenere un costo così competitivo, facile possa rendersi più che appetibile agli occhi del pubblico (la maggior parte degli utenti non aspetta altro che mettere le mani su dispositivi tecnologicamente avanzati, acquistati ad una cifra quanto più contenuta possibile). Non ci resta che aspettare il 27 febbraio, giorno per cui resta fissata la presentazione di Honor V9 (lanciato in Europa con il nome di Honor 8 Pro), un prodotto con tutte le carte in tavola per fare la differenza.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.