Quando e dove inviare il modulo esenzione Canone RAI 2017: l’Agenzia delle Entrate detta i tempi

15
CONDIVISIONI

Alle prese con il modulo di esenzione del Canone RAI 2017? Se non possiedi un apparecchio televisivo e vuoi evitare di pagare la tassa governativa sulla bolletta dell’energia elettrica, proprio come fatto in primavera/estate, dovrai presentare nuovamente la dichiarazione sostitutiva che attesta la non detenzione di una TV o di altro dispositivo adibito alla ricezione dei canali. Ti tocca, insomma, ripetere quanto già fatto qualche mese fa (la validità della documentazione è di solo 1 anno infatti) ed anche in tempi brevi, come ha  appena indicato l’Agenzia delle Entrate.

Da precisare: la scadenza per la presentazione del modulo di esenzione del Canone RAI è fissata per il prossimo 31 gennaio. C’è tempo davvero, verrebbe da dire ma in realtà non è così visto che è stata la stessa Agenzia delle Entrate a chiarire che è estremamente consigliabile anticipare questi tempi e inviare la propria dichiarazione entro il 31 dicembre, se l’invio del modulo avviene online, entro il 20 dicembre addirittura se si utilizza la posta raccomandata. Il motivo del doveroso anticipo è presto detto: la prima rata per il Canone TV del nuovo anno sarà in riscossione già all’inizio di gennaio, dunque per evitare di pagare comunque la propria quota e richiedere poi il relativo rimborso, basterà precorrere i tempi.

Come si presenta il modulo di esenzione del Canone RAI? Proprio come avvenuto in estate, le modalità saranno diverse. Il modello di dichiarazione sostitutiva è disponibile sui siti internet dell’Agenzia delle Entrate e della Rai  e va presentato direttamente dal contribuente o dall’eventuale erede di un’utenza attraverso un’applicazione web dedicata. Quest’ultima è disponibile sul sito internet delle Entrate e l’accesso avviene con le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate proprio dall’Agenzia. Se questa procedura autonoma ti spaventa, in ogni caso, potrai rivolgerti  ai CAF o ai professionisti abilitati (ad esempio, i commercialisti).

Oltre alla modalità telematica, il modulo di esenzione del Canone RAI potrà essere presentato anche via posta ordinaria, con una raccomandata (sempre accompagnato da un valido documentio di riconoscimento). L’indirizzo dove inviare il modulo è: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino.  Per concludere infine il ventaglio di possibilità, spazio pure alla presentazione via posta elettronica certificata all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it.

 

Commenti (6):

Donato

Certo che le belle idee sono espresse da chi ti vuole fregare.È proprio necessario fare spendere soldi per la raccomandata?
Non sarebbe bastata la richiesta di esenzione e sorprendere i disonesti?
Saluti.
Donato C.P

barengo sandro

Penoso ripetere ogni anno la stessa cosa, pur non cambiando le cose.
Alla faccia della semplificazione,Questa è parte della riduzione della burocrazia?
Vergognoso, da veri beoti.

Avv. Giorgi

Io ho fatto tutto direttamente online senza dover andare a fare la fila in posta e senza rivolgermi ad un caf o professionista abilitato che richiedere fino a 30 euro. Il servizio online è offerto dal postale LetteraSenzaBusta e permette di fare tutto in 5 minuti: davvero un servizio utile ed affidabile. Se qualcuno deve ancora inviare la dichiarazione consiglio di procedere da questa pagina web https://www.letterasenzabusta.com/moduli_disdetta_canone_rai_online_2016/

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.