Casi di morte improvvisa per iPhone 6 e 6S, richiami dall’Apple Store?

Casi di morte improvvisa per iPhone 6 e 6S, la CCA apre un fascicolo su Apple

22
CONDIVISIONI

iPhone 6 e 6S protagonisti in negativo nelle ultime ore per casi reiterati di morte improvvisa fuori garanzia. Ha lanciato l’allarme la China Consumers Association (CCA), aprendo addirittura un fascicolo sulla mela morsicata per fare luce sulla vicenda. Il numero degli esemplari coinvolti, per lo meno presso il territorio cinese, è abbastanza considerevole da far scattare l’allarme.

Stando al reporto della CCA, diffuso da Reuters, gli iPhone 6 e 6S incriminati prenderebbero a spegnersi da un momento all’altro, e senza nessuna spiegazione plasubile.

A primo impatto si potrebbe pensare ad un problema di batteria, ma così non sembra essere in quanto le unità difettose hanno iniziato a spegnersi inspiegabilmente quando ancora intorno al 50, 60 % di carica residua. Dopo di che non c’è modo di riprenderli, né collegandolo alla rete elettrica, né tanto meno attraverso un ripristino allo stato di fabbrica.

Certo, il caso specifico non ha nulla a che vedere col richiamo dei Samsung Galaxy Note 7 (lì si parlava di esplosione, che è ben altra questione), ma non si esclude il possibile lancio di un programma di riparazione/sostituzione (a titolo completamente gratuito), o di richiamo degli esemplari incriminati.

La preoccupazione maggiore sta nel fatto che gli iPhone 6 e 6S danneggiati potrebbero risultare fuori garanzia: la mela dovrà necessariamente riconoscere il problema (laddove venga registrato agli atti) e correre ai ripari (è impensabile che siano i legittimi proprietari a rimetterci di tasca propria, ci rifiutiamo di crederlo).

Voi da possessori di iPhone 6 e 6S avete per caso notato qualcosa di strano in questi ultimi mesi? Francamente non crediamo affatto, in quanto, trattandosi di morte improvvisa, il vostro melafonino, se interessato, si sarebbe spento senza più riaccendersi. Staremo a vedere come evolverà la questione, vi terremo aggiornati.

Segui gli aggiornamenti della sezione iPhone 6S sui nostri gruppi:

Commenti (3):
Stefano Monti

Il mio è morto una settimana fa, lunedì 29 ottobre 2018. Ho quindi prenotato al Genius Bar dell’Apple Store il primo intervento possibile il sabato successivo 3 novembre, dopo aver contattato Apple Support per mezzo della chat offerta dal loro sito. Durante la chat mi avevano accennato che il dispositivo non era in garanzia, benché io lo abbia acquistato il 19 gennaio 2018. Al Genius Bar dello Store di Apple mi hanno confermato che non è in garanzia ed ho richiesto copia del preventivo di riparazione che ammonta a 349 euro. Per Apple risulta non in garanzia perché a gennaio 2018 ho acquistato questo iPhone 6s plus come rigenerato in sostituzione di un iPhone 6 plus, quindi a dir loro fa fede la garanzia del precedente iPhone acquistato a dicembre 2014. Seppure la norma sulla garanzia per l’acquisto dei rigenerati sia molto chiara all’art. 134 comma 2 del Codice del Consumo (2 anni o almeno 1 anno a seconda degli accordi presi all’atto della vendita), Apple fa orecchie da mercante.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.