Standing ovation al Roxy Bar con Nek e Gino Paoli, tra emozioni e musica d’autore (video)

Nella puntata del Roxy Bar dedicata alle ovazioni per le leggende della musica italiana, l'amicizia e la condivisione sono stati la cifra stilistica di Nek e Gino Paoli, ospiti di punta del 6° appuntamento dello show condotto da Red Ronnie.

61
CONDIVISIONI

Il Roxy Bar, con Gino Paoli e Nek, si conferma il tempio della musica libera. Se da un lato, il cantautore di Sassuolo si è prestato a un avvincente confronto con Red Ronnie sul cibo vegano, dall’altro ritroviamo un Gino Paoli profondo e critico, che s’intrattiene a parlare di politica ma anche di valori umani, come l’amicizia e l’amore.

È stata quindi una puntata dedicata all’amicizia, quella con Nek e Gino Paoli, che hanno arricchito lo show condotto da Red Ronnie con musica e ricordi. L’onere e l’onore di aprire la serata è toccato a Nek, che ha intrattenuto il pubblico con una resa acustica del suo ultimo singolo, Unici, titletrack del suo ultimo disco di inediti rilasciato su etichetta Warner Music.

Filippo Neviani ha poi ingaggiato una sfida con Red Ronnie sulla cucina vegana, interpretata da Chef Simone Salvini. Tra maionese di mandorle e pasta al pomodoro biologica, c’è stato spazio per il ricordo di Umberto Veronesi, scomparso qualche giorno fa all’età di 90 anni. Con suo grande stupore, Nek ha dovuto rinunciare al cotechino di Modena per gustare i piatti di Salvini, chef della Fondazione Umberto Veronesi. Come se non bastasse, Nek ha poi pagato lo scotto della sua dieta “carnivora” con una ricca setlist proposta sul palco del Roxy Bar, con un momento amarcord  in West Virginia.

In una serata dedicata totalmente alla musica, Nek non poteva che sfoggiare il suo talento da musicista. Alle versioni più squisitamente unplugged di Unici, Fatti Avanti Amore, West Virginia e Lascia che io sia, Filippo Neviani ha aggiunto una sanguigna improvvisazione alla batteria per accompagnare Irama, giovane promessa della nuova generazione musicale che al Roxy Bar ha ottenuto la possibilità di esprimere liberamente la sua arte.

Ospiti di questa nuova puntata di RoxyBar: Gino Paoli, Danilo Rea, Nek, Irama, Emiliano De Martino, I Camaleonti, Edoardo Leo, Anna Foglietta, Minus One e lo Chef Simone Salvini.

Pubblicato da Red Ronnie su Domenica 13 novembre 2016

E se Nek ha emozionato il pubblico in studio e da casa con chitarra e voce, a Gino Paoli è bastato introdursi tra la platea per generare un’immediata standing ovation. Il cantautore genovese ha reso l’atmosfera più familiare grazie all’amicizia fraterna che lo lega a Red Ronnie, accompagnando il pubblico in un meraviglioso viaggio emozionale attraverso alcuni dei brani che hanno fatto la storia della musica italiana.

Ospiti di questa nuova puntata di RoxyBar: Gino Paoli, Danilo Rea, Nek, Irama, Emiliano De Martino, I Camaleonti, Edoardo Leo, Anna Foglietta, Minus One e lo Chef Simone Salvini. Seconda Parte!

Pubblicato da Red Ronnie su Domenica 13 novembre 2016

La sua performance non poteva che generare una standing ovation, in segno di riconoscimento per le emozioni trasmesse ma anche di una lunga carriera al servizio dell’arte. Ha colpito molto l’atteggiamento di Nek, schizzato immediatamente in piedi non appena Red Ronnie ha annunciato l’ingresso di Gino Paoli. Nek ma anche Irama: onorati di condividere il divano del Roxy Bar con una delle leggende della nostra musica, i due artisti hanno dimostrato uno straordinario rispetto per la storia, in un paese che Gino Paoli ha riconosciuto come poco attento alla memoria.

E su questo concetto, Gino Paoli si è intrattenuto a parlare sulla figura dell’artista e sul ruolo che riveste all’interno della società. E di tutti gli artisti che hanno dato lustro all’Italia, Gino Paoli ha voluto ricordare Umberto Bindi e Luigi Tenco. Sono bastati un microfono e il talento di Danilo Rea al piano per seguire ancora la scia emozionale avviata da Senza Fine e conclusa con Il Nostro Concerto di Umberto Bindi e Vedrai Vedrai di Luigi Tenco.

La seconda standing ovation della serata è per I Camaleonti. Giunti al Centergross quasi per caso, i mitici  cinque si sono riscoperti straordinari musicisti, tanto che non hanno potuto lasciare il palco fino a che non si sono concessi in Perché Ti Amo, uno dei brani più iconici della loro discografia.

Come di consueto, ampio spazio è stato dedicato ai giovani. Irama ma anche i Minus One, direttamente da Cipro, hanno rappresentato la musica del futuro.

Nella puntata delle ovazioni, non sono mancati i momenti dedicati al divertimento, con Edoardo Leo e Anna Foglietta arrivati in studio per presentare Che Vuoi Che Sia, il nuovo film diretto dal regista romano e nelle sale cinematografiche dal 9 novembre.

Questo e molto altro è permesso grazie alla partnership con Golia, che ogni domenica regala un prezioso momento dedicato alla musica libera. Il successo di Roxy Bar è sancito dai grandi numeri registrati dalla app Flipps, che con accesso multipiattaforma consente di raggiungere numerosi italiani residenti all’estero e non solo, per qualche ora all’insegna della buona musica e dell’intrattenimento.

 

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.