Un bimbo per Moreno: con lo scherzo de Le Iene piange lacrime amare (video)

Uno scherzo perfettamente riuscito a Le Iene: Moreno in difficoltà dinanzi ad una notizia inaspettata.

16
CONDIVISIONI

“Ragazzi, usate il preservativo” è l’appello finale di Moreno Donadoni, dopo lo scherzo de Le Iene. A 27 anni il rapper è pronto a prendersi le sue responsabilità?

Le Iene hanno provato a “farlo maturare in 24 ore” e ci sono riuscite!

Lo scherzo a Moreno viene organizzato con la collaborazione di Sebastian Gazzarini, coinquilino di Moreno ormai da quasi un anno, che installa una microcamera per spiare la sua vita amorosa. In 7 giorni, sono 5 le ragazze che ospita in casa e c’è da considerare che un giorno è stato lui a dormire fuori.

Irid è una ragazza albanese che con Moreno Donadoni ha condiviso alcune piacevoli serate. Anche lei è complice dello scherzo e lo chiama al telefono per annunciargli: “Sono incinta”.

Il rapper resta di stucco: “Non ho capito. Ma di chi? Cosa stai dicendo?!” poi inizia a balbettare e pensa di chiamare i genitori.

Moreno è preoccupato e non sa come affrontare la situazione scomoda che potrebbe mettere a rischio la sua carriera e stravolgergli la vita. “Pensi di aver trovato la tua miniera d’oro?”, chiede provocatoriamente fino a quando Irid non anticipa di voler coinvolgere l’avvocato perché “mi spetta il 25%”.

“I soldi di Maria De Filippi dove sono?”, domanda al rapper che nel frattempo teme che la sua storia possa raggiungere Barbara D’Urso.

L’indomani, Moreno scopre che un suo amico vive lo stesso dramma, con la stessa persona. Scoppia in lacrime e si sfoga: sono 48 ore che non mangia, neanche una barretta di cioccolato!
L’agitazione è tangibile e il tutto successo proprio nel giorno del lancio del singolo Un Giorno Di Festa. Altro che festa!

Fortunatamente, però, era uno scherzo. Il padre del bambino è un “cogl****”: questo risulta dalle analisi.

Abbiamo messo Moreno MC di fronte a una scelta che potrebbe cambiargli la vita per sempre. #LeIene

Pubblicato da Le Iene su Martedì 4 ottobre 2016

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.