Niente iMessage per Android, si trattava di una bufala

iMessage per Android non ci sarà, solo voci poi smentite

3
CONDIVISIONI

iMessage per Android? Questa è stata la voce rimbalzata alla vigilia del WWDC 2016 dello scorso 13 giugno, ad oggi smentita da un dirigente, rimasto anonimo, della mela morsicata. La voce aveva preso piede a poche ore dal keynote, che ha poi visto annunciate tutta una serie di importanti migliorie proprio per iMessage, che a quanto pare resterà appannaggio di iOS. Android resterà a bocca asciutta, questo è quanto trapelato in ultimo.

D’altro canto, nel corso della conferenza, visto quanto si è parlato di iMessage, sarebbe stato legittimo affrontare il discorso laddove fosse stato veritiero. Invece nulla, dell’app di messaggistica pensata dalla compagnia californiana per i propri prodotti (che conta ogni giorno 200 mila messaggi al secondo) in relazione ad Android non si è affatto parlato.

Secondo il dirigente di cui non conosciamo l’identità, sarebbe poco costruttivo per la mela estendere il servizio anche ad Android, soprattutto in relazione ai numeri ad oggi raggiunti. Avrebbe poco senso armare un diretto concorrente delle proprie frecce, tanto più che non ce n’è alcun bisogno, almeno per adesso. iMessage produce contatti sufficienti già ora, pertanto è preferibile resti esclusiva iOS, così da incentivare anche le vendite dei propri prodotti (l’esclusività si è spesso dimostrata marchio di fabbrica assoluto per i dispositivi della mela morsicata, e così pare resterà la linea da seguire).

Niente iMessage per Android, gli utenti del robottino verde dovranno rassegnarsi (tanto le alternative non mancano di certo) e passare oltre (siamo sicuri se ne faranno una ragione). In effetti ci era sembrato strano la mela volesse privarsi dell’esclusiva in favore dell’OS mobile concorrente, i conti non tornavano, forse perché si trattava di una falsa notizia, adesso lo sappiamo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.