Disdetta iOS 10 su iPhone 6, 6 Plus, 5S, 5C e 5: funzionalità mancante, ecco perché

iOS 10 non uguale per tutti, manca una funzione piuttosto attesa su iPhone 6, 6 Plus, 5S, 5C e 5

7
CONDIVISIONI

iOS 10 sappiamo essere sbarcato con grande soddisfazione (attesa la versione finale per luglio) su iPhone 6, 6 Plus, 5S, 5C e 5, oltre che a bordo degli ultimi iPhone 6S, 6S Plus e SE. Quel che probabilmente non immaginavano alcuni è che una delle caratteristiche più allettanti, vale a dire la funzione ‘Rise to Wake‘, che consiste nel risvegliare il device semplicemente sollevandolo dal piano di appoggio, non arriverà su iPhone 6, 6 Plus, 5S, 5C e 5, restando appannaggio diretto di iPhone 6S, 6S Plus e SE.

Ci siamo chiesti il perché di questa differenziazione, arrivando a due conclusioni distinte. La prima affonda le sue radici nella scheda tecnica dei dispositivi, vista la presenza dell’ultima versione del coprocessore di movimento M9, elemento che si dice indispensabile affinché l’opzione funzioni correttamente.

Oltre al piano tecnico, comunque cruciale, potrebbe anche esserci un altro motivo alla base della decisione presa dalla mela morsicata, questa volta legato alla strategia commerciale. Come sappiamo, iPhone 6S e 6S Plus non stanno vendendo moltissimo (paradossalmente sta facendo meglio iPhone SE), ragion per cui il produttore appare impegnato nel rilascio di funzionalità esclusive per esaltarne i pregi.

Probabilmente è anche per questo che iOS 10 ha portato ‘Rise to Wake’ solo su iPhone 6S, 6S Plus e SE, lasciando fuori iPhone 6, 6 Plus, 5S, 5C e 5 (per non parlare di iPhone 4S, che non ha proprio ricevuto l’ultima major-release).

Questo è quanto, dispiace per i possessori di iPhone 6, 6 Plus, 5S, 5C e 5, ma la triste verità ormai è scritta, non c’è possibilità di integrare la funzionalità a bordo dei suddetti device (bisognerà farsene una ragione ed andare avanti anche senza, che, per quanto comoda, non è comunque un’opzione fondamentale ai fini del corretto funzionamento del dispositivo).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.