Al via stasera, 17 giugno il KJU FESTIVAL in giro per Napoli fino al 26 giugno tra teatri e suggestive location.

Il primo Festival di cultura Queer ideato e realizzato in Campania da Arcigay Napoli e Nuovo Teatro Sanità e sostenuto da Optima Italia, un programma tutto da scoprire.

20
CONDIVISIONI

Stasera, 17 giugno, parte uno dei festival più innovativi e interessanti nel panorama dell’estate italiana. Parliamo del KJU FESTIVAL che si terrà a Napoli dal 17 al 26 giugno in diversi spazi dove sarà possibile assistere a spettacoli, reading, presentazioni e incontri.

Nato da un’idea di Mario Gelardi che ne segue anche la direzione artistica insieme a Claudio Finelli, Presidente del Coordinamento Arcigay Regione Campania, il KJU Festival nasce in un momento storico molto sensibile alla tematica LGBT.

Come location per la conferenza stampa di presentazione dell’evento è stato scelto il caffè letterario “Il Tempo del vino e delle rose” pieno centro storico napoletano, dove noi di Optima abbiamo avuto il piacere di incontrare ed intervistare oltre agli organizzatori alcuni dei protagonisti del ricco calendario di spettacoli che animeranno questa 10 giorni all’insegna di tutti i colori dell’arcobaleno.

 

Sulla scia degli odiosi fatti di Orlando il KJU Festival assume un significato ancora più potente, una spruzzata di positività e bellezza che si muove sotto i colori di una bandiera troppe volte calpestata e discriminata.

Ma cos’è esattamente il KJU Festival?

Il primo Festival di cultura Queer ideato e realizzato in Campania da Arcigay Napoli e Nuovo Teatro Sanità e sostenuto da Optima Italia, una ricca offerta culturale che si articola in incontri di lettura, spettacoli teatrali e musicali. Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito tranne gli spettacoli teatrali che hanno un costo simbolico di 5 euro.

Il programma è davvero interessante e variegato, non potete lasciarvelo scappare.

Da un annetto noi di Optima Italia siamo vicini al Nuovo Teatro Sanità perché pensiamo sia un patrimonio di questa città ma anche di tutto il paese. Un vero e proprio esempio di miracolo culturale che può avvenire anche in un territorio non particolarmente favorevole.

Optima investe nei giovani, nella formazione e nella cultura ed è proprio seguendo questa filosofia che sosteniamo Mario Gelardi e tutto quello che riesce a mettere in piedi con questa incredibile realtà del Nuovo Teatro Sanità.

Abbiamo intravisto sin da subito passione, talento e qualità e per questo abbiamo deciso di intervenire concretamente sostenendolo e collaborando insieme in una serie di progetti comuni.

 

Optima e il Kju Festival un evento di cultura e sensibilizzazione sulle tematiche LGBT

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.