Salvatore Esposito da Gomorra 2 all’Etna Comics: critiche per stampa e tv (Video)

Salvatore Esposito all'Etna Comics. L'attore risponde alle morte domande su Gomorra 2, Genny, Ciro e la Camorra. Il video del suo intervento

7
CONDIVISIONI

Mancano solo 4 episodi al termine di Gomorra 2 e il destino dei protagonisti è ancora appeso ad un filo. I fan si attendono un’uscita di scena esemplare per uno dei personaggi principali nel finale di stagione in onda martedì 14, ma non c’è nessuno che può essere certo di quello che succederà davvero.

Poche ore fa, Salvatore Esposito (alias Genny Savastano) è tornato a parlare del suo personaggio e della serie nelle vesti di ospiti dell’atteso e frequentato Etna Comics. In Sicilia, Esposito è stato accolto come un “Re” dai fan che non sono rimasti delusi dal suo panel.

L’attore napoletano scherza, fa battute sulle sue frasi “cult” in Gomorra ma ha modo di parlare di cose più serie. I fan presenti non possono esimersi dal fare domande su quelle che sono le critiche che spesso vengono mosse alla serie. Gomorra è il male, è una cattiva pubblicità per Napoli e per il nostro Paese, è solo una macchina macina soldi che niente ha a che fare con l’intrattenimento e la realtà.

Salvatore Esposito spiega, per l’ennesima volta, che la stampa e i media spesso usano Gomorra non per fare critiche costruttive ma solo per cavalcare un trend positivo che porta pubblicità e soldi. Ecco alcuni passaggi delle sue dichiarazioni:

“Gomorra ha portato in scena queste persone (i mafiosi) come sono: muoiono come tutti gli esseri umani, soffrono come tutti gli essere umani e fanno una di vita di m**** che meritano e quindi come si può pensare che qualcuno possa aspirare a diventare un Ciro di Marzio, un Pietro Savastano, non è pensabile. Anche io guardavo Scarface da piccolo ma non andavo in giro con la rivoltella.”

E non si ferma qui. Salvatore Esposito parla anche dei prodotti italiani e degli attacchi a Roberto Saviano:

“Non si può guardare Gomorra come si guarda Peppa Pig. Dico Peppa Pig per non nominare tutte le ca**te che si fanno in Italia. […] Se la critica è fatta in modo positivo ti aiuta a crescere non quando si fa il nome di Gomorra o mettere in mezzo Roberto Saviano  che ha messo in gioco la sua libertà personale per denunciare questo male. Fa comodo parlare di Gomorra la serie di Roberto Saviano”.

Nel momento dedicato alle domande arrivano anche quelle relative alla trama di Gomorra 2 e, in particolare, all’incontro tra Genny e Ciro. Lo stesso Esposito conferma:

“Il nuovo Genny ha in mente solo soldi e potere e l’omicidio di Ciro lo avrebbe solo portato lontano da tutto questo. C’era un accordo tra le famiglie alla morte di uno sarebbe morto anche l’altro e allora perchè ucciderlo e perdere tutto?”

Salvatore Esposito rimane sul palco per oltre mezz’ora e i momenti tutti da ridere non sono mancati. Ecco qui il video che lo stesso attore ha condiviso su Facebook poco fa:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.