Huawei P9 al prezzo di soli 6 euro al mese: come fare fino al 12 giugno

Per poco più di 10 giorni ancora, la proposta a 6 euro ogni 4 settimane da parte di Wind. I dettagli.

10
CONDIVISIONI

Quale prezzo più basso per Huawei P9? In questo articolo non prenderò in esame le offerte di acquisto a costo pieno del device ma una delle promozioni che l’operatore mobile Wind mette in campo per accaparrarsi il telefono. Invece di pagare l’intera somma subito, ecco come poter procedere con un abbonamento per ricaricabile a rate, sembrerebbe pure tra i più vantaggiosi del momento.

Se sei un utente che chiama spesso e allo stesso tempo naviga molto, non potrai certo lasciarti sfuggire la Wind Magnum  che propone proprio il Huawei P9 al prezzo di 6 euro ogni mese. Di seguito qualche dettaglio in più per avere il device ad una condizione così vantaggiosa:  dovrai infatti sottoscrivere uno specifico pacchetto promosso dall’operatore.

Con Wind Magnum è possibile parlare e messaggiare in maniera illimitata verso tutti con la comodità di 4 GB di dati disponibili per la navigazione. Il costo mensile è di 20 euro. Se al momento sei in cerca di un nuovo device, proprio il Huawei P9 è in promozione fino al 12 giugno, a soli 6 euro al mese (fatto salvo l’anticipo di 149 euro. ). Per la cronaca, i concorrenti Samsung Galaxy S7 e LG G5 sono proposti rispettivamente a 12 e 8 euro al mese.

Un po’ di conti per verificare la convenienza della proposta a rate: il prezzo finale del Huawei P9 sarà di circa 330 euro derivate dai 149 euro di contributo iniziale e di 30 rate (in 30 mesi) a 6 euro. Senz’altro un pagamento conveniente e soprattutto dilazionato.

Se sei interessato davvero al Huawei P9 dunque, potresti anche valutare l’offerta Wind, a patto che non sia contrario nel legarti ad un operatore telefonico per così tanto tempo. Per una corretta valutazione, ti informo che il prezzo pieno del device su molti siti e-commerce è giunto a 440 euro. A te la scelta finale.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.