Revocato lo sciopero di venerdì 20 maggio 2016? Come restare informati su Twitter

Nuova data per la mobilitazione. Maggio ancora caldo per i trasporti.

7
CONDIVISIONI

Lo sciopero di venerdì 20 maggio 2016 in programma a Roma è stato appena revocato. La mobilitazione prevista per il trasporto pubblico della capitale romana non avrà luogo nella mattinata di domani, ma è previsto un nuovo appuntamento per la manifestazione di protesta, a fine mese.

L’ultima decisione di soprassedere sullo sciopero di domani è toccata agli stessi sindacati che lo avevano proposto. In effetti, la comunicazione del rinvio è sopraggiunta da uno dei canali social di una delle sigle sindacali: mi riferisco all’Unione Sindacato di Base (USM) che solo qualche minuto fa, sul suo profilo Twitter, ha reso noto che i disagi per il trasporto pubblico sono rinviati  nuova data.

Oltre a all’USB, altri canali attraverso i quali poter restare informati sul prossimo sciopero  dei trasporti per Roma, sono quelli relativi alle altre sigle sindacali coinvolte, ossia Faisa Confail, Sul Ct, Utl e Orsa. Ma lo spostamento della data preannuncia una mobilitazione anche più estesa con un blocco dei trasporti per l’intera giornata del 31 maggio, dall’inizio del servizio e fino alle 8.30 di mattina e nella fascia dalle 17 alle 20 di sera.

Appuntamento allora al 31 maggio e venerdì salvo per domani 20 maggio. Il posticipo servirà a dare respiro alla capitale considerando anche la concomitanza dello sciopero della scuola previsto sempre per domani, senza contare l’annosa questione del flusso dei pellegrini durante uno dei weekend del giubileo della Misericordia. La prossima mobilitazione, al contrario, è prevista per il martedì e si preannuncia meno problematica, almeno per i turisti (non certo per i romani).

Consiglio di tenere sotto osservazione il profilo Twitter già evidenziato dell’Unione Sindacato di Base. Solo in questo modo, magari attivando le notifiche su smatphone per ogni nuovo tweet informativo, non perderai neanche una comunicazione relativa alla prossima mobilitazione.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.