The Accountant – Ben Affleck e la sua prospettiva sull’autismo

In The Accountant Ben Affleck interpreta un contabile che risulta cavarsela egregiamente con i numeri, ma anche con l’azione e i loschi affari. Sicuramente un tentativo atipico per descrivere una patologia che, fondamentalmente, risulta ancora misteriosa per molti versi

12
CONDIVISIONI

Non è certo la prima volta che il cinema porta sul grande schermo l’autismo, rendendolo protagonista di un racconto. Forse il film più conosciuto nell’immaginario collettivo (ma non è certamente l’unico) rimane il celebre Rain Man con la bella a e riuscita interpretazione di Dustin Hoffman.

Con The Accountant invece, l’impressione che se ne ricava è quello della costruzione di un personaggio forse diverso da ciò che ci si aspetta quando si parla di questa patologia. La responsabilità della buona riuscita in questo caso ricade su Ben Affleck: rivestirà il ruolo di un uomo legato ai disturbi tipici dell’autismo, e quella che potremmo definire come “novità”, consiste nel fatto che il suo personaggio sembrerebbe essere tutt’altro che un rispettabile contabile con un disturbo cognitivo e comportamentale più o meno invalidante.

L’acclamato (?) ultimo Batman recita infatti nei panni di Christian Wolff, libero professionista esperto contabile, che presta la sua professionalità alla malavita celata dietro l’apparenza di normali e anonime ditte. Arriva però un certo punto in cui il lavoro di Christian non passa inosservato: il Ministero del tesoro con la sua divisione per la lotta al crimine lo osserva e comincia a stringerlo alle corde con alcune indagini. Christian, che predilige di gran lunga la fredda ma precisa compagnia dei numeri a quella degli umani, comincia a lavorare nel frattempo su di una società molto importante che si occupa di robotica, dalla quale pare che si diramino alcune dubbie discrepanze monetarie. Da quel momento in poi cominciano a susseguirsi strani e molteplici omicidi.

Interessante quindi questo The Accountant anche perché pare riesca a dosare una buona percentuale di azione e suspense con questo personaggio che, per certi versi, viene dipinto un po’ come una sorta di anti eroe atipico. Dove per atipicità non si intende unicamente il fatto che sia affetto da autismo, quanto piuttosto il tratteggiare una personalità intrappolata nella sua passione per i numeri, che riesce a combinare la sua genialità matematica con un modo di essere non proprio affine ad intrighi e manovalanza criminale.

Oltre Ben Affleck, nel cast diretto da Gavin O’Connor troviamo anche J.K. Simmons e Anna Kendrick.

È disponibile il primo trailer di questo film, però in lingua originale; The Accountant esordirà negli USA il 14 ottobre. Per l’Italia, al momento, ancora non si conoscono date. Ci aggiorneremo di sicuro.

Trailer:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.