Pelè – in arrivo il biopic di o Rey

Edson Arantes do Nascimento in arte Pelè, vedrà a breve trasposta la sua leggenda sul grande schermo. Un omaggio dovuto ad un campione la cui carriera unica ha conosciuto pochi esempi simili fra i suoi colleghi. Anche se, ad onor del vero, c’è chi la pensa diversamente…

7
CONDIVISIONI

Maradona è meglio e Pelè…recitava un vecchio adagio di qualche anno fa. Non scaldatevi gli animi: era solo una battuta di istinto, non è questo il post(o) adatto per discuterne. O forse si. Diciamo allora che non è il momento giusto. Parliamo però di uno dei due contendenti: o Rey. Pelè, all’anagrafe Edson Arantes do Nascimento, avrà modo di veder consacrata sul grande schermo la sua arte; perché di arte del gioco del calcio si parla, non di semplice calcio. Uscirà infatti, fra non molto, il biopic a lui dedicato; narrerà delle umili origini del campione: i suoi inizi difficili, le sue ambizioni, la sua testardaggine che andava di pari passo con il suo spirito indomito e il suo carattere super determinato. Tutte caratteristiche essenziali che hanno accompagnato il suo talento quasi “soprannaturale”, fino alla scalata delle vette storiche del calcio mondiale. Di tutti i tempi.

Oggi il campione ha 75 anni (lui di questa pellicola è anche il produttore), ma può vantare titoli unici, che hanno in verità alimentato non poco le polemiche (qualche scaramuccia verbale fra i due menzionati prima c’è stata, ad onor del vero…) di cui si accennava all’inizio: Pelè è stato proclamato, ricordiamolo, Calciatore del Secolo scorso dalla FIFA e dal Comitato Olimpico Internazionale, nonché Pallone d’oro del secolo e Pallone d’oro FIFA onorario. Unico, al momento. Ma per arrivare a questi traguardi, la strada percorsa, così come ci racconterà anche il lungometraggio Pelè, è stata tutt’altro che semplice. Difficoltà segnate fin dall’inizio, con quella appartenenza sociale degli inizi, miseramente coerente alle comuni, enormi problematiche del Sud America, e quel rapporto con il padre poi, per niente facile. Una sorta di ventaglio di premesse tutt’altro che favorevoli per la vita di un campione, ma che hanno sicuramente contribuito a spronare Edson Arantes do Nascimento nella sua carriera: il primo traguardo che lasciò presagire a tutti chi fosse il re, fu la conquista della Coppa del Mondo, a soli 17 anni, con la nazionale brasiliana.

Nel cast del film, diretto dai fratelli Jeff e Mike Zimbalist, ci sono Leonardo Lima Carvalho e Kevin de Paula, nei panni del campione, Vincent D’Onofrio, Rodrigo Santoro, Diego Boneta e Colm Meaney. A produrre la pellicola come accennato c’è lo stesso Pelé, insieme a Brian Grazer, premio Oscar per A Beautiful Mind.

Pelè esordirà fra non molto nella sezione Special Screening del Tribeca Film Festival. Poi uscirà nelle sale dei nostri cinema il prossimo 26 maggio. Ci sono locandina e primo trailer in italiano, a seguire.

Trailer:

 

pele

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.