Apple risolve il bug per iPhone 5S, 6 e 6S: confermato un imminente aggiornamento

Questione di giorni e l'utenza Apple toccherà con mano un importante upgrade per il più curioso tra i bug

7
CONDIVISIONI

Novità decisamente interessanti quelle che arrivano in queste ore per gli utenti che sono in possesso di modelli come gli iPhone 5S, iPhone 6 ed iPhone 6S, visto che Apple ha confermato ufficialmente il rilascio ormai prossimo di un aggiornamento tramite il quale risolvere il bug che ha fatto il giro del web nel corso degli ultimi giorni.

Sto parlando del blocco dei dispositivi per coloro che impostano manualmente la data del melafonino al 1 gennaio 1970. Ora, se da un lato (come vedremo tra poco) qualche contromisura più rustica potrebbe esserci per venirne a capo, allo stesso tempo è utile evidenziare che il colosso di Cupertino ha preso atto di questa anomalia, per quanto la si possa considerare rara, prendendo le giuste contromisura tramite i suoi sviluppatori.

Nel frattempo, come accennato, è spuntata in Rete una nuova procedura che potrebbe essere utile agli utenti che vedono il proprio device bloccato a causa di questo anomalo bug. A vostro rischio e pericolo (anche se dalle operazioni che sto per elencarvi credo che di rischioso non ci sia davvero nulla) provate pure, se proprio siete impossibilitati a recarvi presso un centro di assistenza Apple:

  1. Togliere la SIM dal dispositivo

  2. Attendere che la batteria si esaurisca del tutto

  3. Ricaricare e riavviare l’iPhone

  4. Ripristinare manualmente la data corretta

Insomma, le strade alternative ci sono per chi non vuole portare il proprio iPhone 5S, iPhone 6 o iPhone 6S ad centro autorizzato. Fermo restando che nel giro di pochi giorni arriverà finalmente l’aggiornamento software ufficiale per mettersi alle spalle un bug più curioso che realmente minaccioso per il pubblico Apple. A voi è capitato di dover fare i conti con malfunzionamenti dovuti alla data impostata al 1 gennaio 1970? Qual è stata la vostra esperienza?

Commenti (1):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.