Impeccabile Lady Gaga nell’inno nazionale degli Stati Uniti al Super Bowl 50 (video)

Un'emozionata ma impeccabile Lady Gaga canta l'Inno Nazionale Americano al Super Bowl 50

79
CONDIVISIONI

L’onore e l’onere di cantare l’inno nazionale degli Stati Uniti per l’edizione del Super Bowl 50 è toccato quest’anno a Lady Gaga: la popstar newyorchese si è esibita in apertura del match della NFL domenica 7 febbraio al Levi’s Stadium di Santa Clara in California.

Esibirsi alla finale del campionato di football americano che è il più grande evento sportivo degli Stati Uniti, trasmesso in oltre cento paesi nel mondo, è stato per Lady Gaga un sogno realizzato, come ha raccontato in un’intervista alla vigilia dello show.

Lady Gaga è stata introdotta dalla USA Army Band e presentata come candidata agli Academy Awards (è nominata per la sezione Miglior Canzone Originale con Til It Happens To You) e vincitrice di 6 Grammy Awards, prima di esibirsi nel National Anthem.

Una performance impeccabile dal punto di vista tecnico e intensa sul fronte dell’interpretazione: negli ultimi anni, esibendosi su palcoscenici come quelli di Oscar e Grammy oltre che in tour con Tony Bennett, Lady Gaga ha messo in mostra tutte quelle doti vocali che nel pop più commerciale vengono spesso sacrificate o non valorizzate abbastanza. Unica pecca, a volerne trovare una, un sospetto eccesso di botox o di qualche altro ritocchino estetico che ha reso l’espressione del suo viso un po’ troppo innaturale.

Eccola in uno scintillante tailleur rosso nella sua esibizione al Super Bowl 50, accompagnata da un musicista al pianoforte.

https://youtu.be/LNT1clodvCE

Eletta da Billboard Woman of the Year nel 2015, Lady Gaga inaugura il 2016 con una serie di appuntamenti di prestigio: pur senza un nuovo album di inediti, ormai a più di due anni dal controverso ARTPOP, è molto più attiva di tanti altri colleghi e colleghe attualmente sul mercato.

Questo mese apparirà in altri due grandi eventi della tv americana: dopo il Super Bowl sarà infatti ai Grammy Awards il 15 febbraio, dove è attesa anche Rihanna, e alla cerimonia degli Oscar il 28 febbraio, sempre con performance live. Nel primo caso è stata scelta per eseguire un tributo a David Bowie, scomparso il mese scorso, mentre agli Oscar salirà sul palco per cantare Til It Happens To You, la ballata co-scritta con Diane Warren per il documentario The Hunting Ground e in lizza per una statuetta in quest’edizione dei premi cinematografici.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.