La profezia di Clementino: il rapper si racconta nel suo primo libro (FOTO)

L'autobiografia del cantautore di Cimitile presentata ai fan di Napoli

13
CONDIVISIONI

Un libro in cui racconta sé, la propria terra e la sua principale ragione di vita: la musica. Questo ed altro è la profezia di Clementino, il libro autobiografico del rapper napoletano approdato ieri in tutte le librerie. Per festeggiare l’uscita del volume, il cantautore ha voluto incontrare i fan della sua città per godere del loro abbraccio in vista del tour in tutte le maggiori librerie italiane. Come al solito i supporter del rapper non hanno fatto mancare il loro affetto accogliendolo alla loro maniera alla Feltrinelli Express di piazza Garibaldi a Napoli. In fila sin dalle prime ore del pomeriggio per salutare il proprio beniamino e ottenere il tanto desiderato autografo e la foto ricordo.

La consueta coda che ha circondato il punto vendita napoletano con in testa i ragazzi del suo fan club a cui il rapper ha promesso una cena insieme a casa sua e i cui quadri campeggiano all’interno del suo studio di registrazione. Il cantante è arrivato in libreria in perfetto orario dedicandosi prima alle interviste di rito e poi all’incontro con i giovani in fila per incontrarlo. Come sempre tanti abbracci e gesti di dolcezza con fan di tutte le età, anche giovanissimi. Nel libro Clementino racconta la sua storia, la storia di un giovane ragazzo del Sud che ha fatto di tutto per raggiungere il proprio sogno. Sud e musica ritornano continuamente nelle pagine dell’autobiografia e non a caso campeggiano anche in copertina il cui titolo completo è: “La profezia di Clementino – quel che ho sognato tra Sud e rap”.

Edito da Rizzoli, il libro racconta gli esordi del rapper a partire da Cimitile dove ha cominciato a rappare a 14 anni fino ad arrivare alla scena napoletana e alle tante collaborazioni che hanno contraddistinto la sua carriera. Su tutte quella con Pino Daniele con cui è riuscito a stringere una profonda amicizia negli ultimi mesi di vita del leggendario chitarrista e cantautore. Un rapporto straordinario che è andato al di là della musica e che racconta all’interno dell’intero capitolo dedicato al loro incontro dal titolo “Fai buon viaggio”. Infine le sue passioni oltre alla musica, i libri che l’hanno accompagnato nella sua vita e tutto ciò che gli ha permesso la rapida ascesa.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.