Aggiornamento Samsung Galaxy S2 a MarshMallow, download e dettagli

L'ex topdi gamma 2011 tiene ancora botta in modo clamoroso

7
CONDIVISIONI

Vi eravate preparati psicologicamente a dire addio per sempre al Samsung Galaxy S2? Forse fareste meglio a rispolverarlo. L’ex top di gamma 2011 non muore proprio mai, dovreste averlo dovuto imparare questo.

Come una fenice, il device resuscita sempre dalle sue ceneri, sorprendendo con grande puntualità i suoi possessori. Questa volta il miracolo l’ha compiuto Lusergic Acid (l’autore che aveva portato a bordo del terminale anche la CyanogenMod 12.1 ufficiale, basata su Android Lollipop), che ha provveduto a sfornare su XDA una primissima release della CyanogenMod 13, sviluppata a partire dai sorgenti di Android 6.0 MarshMallow (sì, avete capito bene, anche se sembra incredibile).

Naturalmente, parliamo di un firmware alpha, non di certo adatto all’utilizzo quotidiano. Ciò che conta, tuttavia, è che il Samsung Galaxy S2 abbia, anche stavolta, fatto un ulteriore passo in avanti nello sviluppo (cosa tutt’altro che scontata fino a qualche giorno fa).

Vi consigliamo vivamente di seguire con attenzione i progressi del progetto, per poter magari più avanti testarlo in prima persona a bordo del vostro Samsung Galaxy S2 (per il momento forse dovreste desistere, la release è fin troppo acerba perché la proviate a colpo sicuro).

In ogni caso, facciamo presente che la build, per adesso, supporta solo la versione GT-I9100, che è anche il modello internazionale venduto anche presso il nostro mercato.

Per qualsiasi altra informazione, vi rimandiamo alla pagina ufficiale di XDA, con tutti i dettagli ed il link al download (la possibilità di installare la CyanogenMod 13 fin da subito c’è, ma attenzione ai bug che potrebbero affliggerla) della release, da poter innestare immediatamente a bordo del Samsung Galaxy S2.

Se avete domande o perplessità da esporci, non esitate a farlo, siamo qui per questo ;)

Commenti (1):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.