Dell XPS 13 2015, la recensione di Optimagazine: il miglior laptop sul mercato

Un ultrabook che sembra essere il migliore sul mercato. Ci sarà riuscito?

136
CONDIVISIONI

Dell XPS 13 edizione 2015 è uno dei migliori ultrabook mai realizzati per qualità, materiali, potenza di elaborazione e autonomia. Dell è uno storico brand ma negli ultimi anni ha perso una parte del suo appeal a causa di dispositivi non particolarmente interessanti e piuttosto costosi. Le cose però sono cambiate negli ultimi tempi: Dell è tornata quella di una volta, per merito soprattutto dei suoi prodotti – Dell XPS 13 edizione 2015 incluso.

Design

Dell XPS 13 è un 13 pollici con le dimensioni di un 11 pollici. Per ottenere questo risultato Dell ha praticamente eliminato la cornice attorno al display: 4 millimetri separano il mondo esterno dalla scrivania del laptop. D’altronde, la serie XPS ha sempre portato avanti il concetto di ultrabook: portatili sottili e leggeri, con una buona autonomia e potenti abbastanza da risultare versatili per qualsiasi tipo di lavoro. Rispetto ai portatili XPS dello scorso anno, Dell ha modificato la tastiera preferendo tasti più larghi, più regolari e meno distanziati, con un layout che non sacrifica nulla.

I materiali utilizzati sono eccellenti: la base e il coperchio sono rivestiti in alluminio satinato, il poggiapolsi è in fibra di carbonio con rivestimento soft touch vellutato al tatto, mentre lo schermo è protetto da un vetro Corning Gorilla Glass. Sul lato destro troviamo una porta USB 3.0 e lo Slot per la SD: a sinistra, invece, c’è l’ingresso per l’alimentatore, una DisplayPort, un’altra USB 3.0 e il jack audio. Sui due lati ci sono anche gli speaker di sistema per la riproduzione dell’audio.

La webcam è posizionata nell’angolo in basso a sinistra, sotto lo schermo, mentre il pulsante di alimentazione è posto a fianco del tasto Canc in alto a destra ed anch’esso è dotato di un LED. Nonostante le dimensioni contenute, troviamo enorme touchpad 16:9 – più grande della barra spaziatrice, ottimo per le gesture multitouch di Windows 10 (misura 10,5 x 6,1 centimetri). È una considerazione importante, perché la configurazione Full HD (Dell Italia ci ha inviato questa configurazione) di Dell XPS 13 2015 non ha il touchscreen.

Ottima la tastiera. I tasti non sono bassissimi, c’è un corsa di 1.2 mm e sono necessari 60 grammi per abbassarli. Scrivere con la tastiera di Dell XPS 13 è davvero piacevole. Buona la retroilluminazione, con 2 livelli di intensità. La superficie soft-touch quasi setosa rende benissimo durante l’uso prolungato. Il touchpad è liscio e vellutato, preciso, leggermente incassato nel telaio così da essere facile da identificare.

Insomma, il portatile ideale per scrivere e lavorare – lo consiglio soprattutto agli studenti universitari. L’angolo di apertura dello schermo è di 150°, quindi riuscite sempre ad avere l’inclinazione ideale per scrivere su piani di lavoro differenti.

Nel complesso, Dell XPS 13 è un laptop solido, leggero, compatto e decisamente elegante.

Hardware

Dell XPS 13 edizione 2015 è caratterizzata dalla piattaforma Intel Broadwell-U. Nell’uso di tutti i giorni, Dell XPS 13 2015 lascia tranquilla la ventolina integrata. Anche la CPU Broadwell-U Core i5 dovrebbe riuscire a svolgere i task più comuni senza alzare la frequenza operativa, e questo significa poco rumore e basse temperature.

Da valutare la resa del modello con 4 GB di RAM: consiglio di acquistare la più costosa configurazione con 8 GB. Ma andiamo con ordine. Le differenze riguardano le CPU, il display e l’SSD. Quanto ai processori le alternative sono Core i5 e Core i7 realizzato con processo produttivo a 14 nm. Noi abbiamo provato il modello con il Core i5 5200U, con 8 GB di memoria RAM e 256 GB di SSD – schermo Full HD.

Il portatile integra anche una batteria da 52 Wh che, secondo Dell, dovrebbe garantire fino a 15 ore di autonomia. Dell ha inoltre previsto per questo laptop anche un alimentatore Dell Portable Power Companion, dotato di una batteria esterna ausiliaria per un’autonomia aggiuntiva di 8 ore.

Caratteristiche tecniche Dell XPS 13 edizione 2015

  • Display: IPS 13.3” 1920 x 1080 pixel opaco, non-touch o 3200 x 1800 pixel lucido, multitouch
  • CPU: Intel Core i5 e Core i7 (Broadwell)
  • RAM: fino a 8 GB
  • Storage: SSD fino a 512 GB
  • OS: Windows 10

Prova d’uso

Dell XPS 13 è una macchina molto versatile e potente: il processore si comporta egregiamente in tutte le varie operazioni quotidiane; 8GB di RAM permettono un ottimo multitasking. Lato gaming, però, non ci siamo: XPS 13 è incapace di mantenere un framerate stabile, con dettagli minimi – dopotutto un Ultrabook da 1200 grammi spesso 15 mm non può essere una macchina da gaming serio.

Dal punto di vista tecnico, il display Sharp 1421 di Dell XPS 13 ha un buon pannello IPS, la luminosità è di 400 nits. La temperatura non supera mai  i 45°C. In questi contesti, la ventolina resta ferma, immobile o almeno non udibile, quindi avete un portatile quasi del tutto silenzioso. La CPU, anche se stressata, non supera i 39°C sulla tastiera.

Anche l’audio non delude, con una potenza davvero fuori dal comune. L’aspetto che piú mi ha colpito di Dell XPS 13 è l’autonomia. Ho lavorato per un giorno intero senza alcun problema, e avanzando una discreta riserva di carica per la serata. Quando ci si abitua a tempi del genere tornare indietro è davvero difficile. Il peso contenuto mi ha permesso di lavorare perfettamente anche con il PC sulle ginocchia; la tastiera retroilluminata regala un buon feeling e il Precision Touchpad è sicuramente uno dei migliori visti sui PC Windows – molto ampio, fa scorrere bene il dito e le varie gesture multitouch di Windows sono supportate alla perfezione.

Da notare: la RAM è saldata.

Ecco una breve carrellata di benchmark:

  • PCMark home accelerated: 2525
  • PCMark creative accelerated: 3450
  • PCMark work accelerated: 3330
  • 3DMark 11: P1260
  • Geekbenck single-core: 2900
  • Geekbench multi-core: 5950

Prezzo

Dell XPS 13 2015 parte da 1.149 euro sul sito ufficiale, e sebbene spendere 1.299 euro per il modello con 256 GB di storage e 8 GB di RAM sia praticamente un obbligo, non dovrete per forza spendere una fortuna per ritenervi soddisfatti del vostro acquisto – a meno che non vogliate a tutti costi il modello di punta con display QHD+ core i7.

Non sono cifre basse, ma la qualità c’è e si sente.

Conclusioni

Dell XPS 13 è un vero capolavoro: materiali premium e componenti hardware al top, per un ultrabook senza compromessi. Windows 10 ha portato tantissime novità, migliorando in maniera importante la user experience. Peccato soltanto che la GPU non supporti le DirectX 12, che avrebbero potuto dare una spintarella alle prestazioni grafiche.

Per trovare dei veri difetti bisogna tirare in ballo la webcam e la dotazione connettività. La webcam è stata spostata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo per motivi di spazio, connettività invece è il tallone d’Achille della maggior parte degli ultrabook. confezione. Certo, avrei preferito una versione con GPU dedicata, ma con gli ultrabook a qualcosa si deve rinunciare: e davanti a un prodotto così bello, compatto e molto performante qualche difettuccio si può anche accettare.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.