Altro che Honor 7: Meizu Blue Charm Metal ufficiale con Helio X10, 2GB di RAM e YunOS

Ovviamente i prezzi sono relativi al mercato cinese e siamo ancora in attesa di maggiori dettagli riguardo la disponibilità del terminale su altri mercati.

32
CONDIVISIONI

Poche ore fa, Meizu ha concluso la presentazione del nuovo Blue Charm Metal, un nuovo e interessantissimo smartphone che va a inserirsi nella fascia di prezzo dedicata ai terminali entry level, ma con una dotazione hardware decisamente ricca. Un prodotto con questo rapporto qualità/prezzo è davvero difficiale da trovare, superando persino Honor 7 – il best buy del momento.

Inizialmente classificato come variante di M2 Note, il nuovo Blue Charm Metal si differenzia per la presenza di un SoC MediaTek Helio X10 octa core a 64-bit da 2GHz e GPU PowerVR G6200 supportato da 2GB di RAM, un display IPS da 5.5 pollici con risoluzione Full HD da 1920×1080 pixel e vetro 2.5D leggermente curvato sui bordi e supporto alle reti LTE. Caratteristiche da top gamma, dunque.

Troviamo anche una fotocamera posteriore da 13 MegaPixel, una frontale da 5 MegaPixel e due tagli di memoria, uno da 16GB e uno da 32GB. Come su Honor 7, il nuovo Meizu Blue Charm Metal integra anche un sensore di impronte digitali, una batteria da 3140 mAh, il tutto racchiuso in una scocca unibody in metallo disponibile in 5 diverse varianti di colore: rosa, azzurro, oro, grigio e bianco. Lo smartphone è basato su YunOS (a sua volta basato su Android Open Source Project) con interfaccia Flyme 5.1 in arrivo.

Honor 7 dispone invece di una diagonale di 5,2 pollici e risoluzione Full HD (1920×1080, 423 ppi), System-on-Chip Kirin 935 – un processore octa-core da 2,2 GHz con architettura big.LITTLE, affiancato da una GPU Mali T628 e da 3GB di RAM. La memoria interna da 16 o 64GB a seconda del modello, è espandibile fino a 128GB con una scheda microSD. La fotocamera posteriore sfrutta un sensore Sony IXM230 da 20 megapixel (lo stesso dello Stonex One) grande 1/2,4 pollici con autofocus a rilevamento di fase, doppio flash LED, apertura f/2,0 e sei lenti; il sensore frontale ha una risoluzione di 8 megapixel. Nella scocca posteriore, poco sotto il sensore per foto e video, trova spazio un lettore d’impronte digitali: alcune delle applicazioni integrate per i pagamenti o i conti bancari sfruttano questa misura di sicurezza. Per chiudere il discorso sulla scheda tecnica, Honor 7 include una batteria da 3.100 mAh, che può essere ricaricata al massimo in un’ora e 25 minuti.

Capitolo prezzo, anche qui a vantaggio di Meizu Blue Charm Metal. Lo smartphone sarà disponibile in pre-ordine in Cina dal 2 novembre al prezzo di 1.099 Yuan (circa 150€) per il modello da 16 GB e 1.299 Yuan (circa 180€) per quello da 32 GB. Honor 7 invece costa 349 euro nella versione da 16 GB.

Confronto interessante, non trovate?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.