Humans: ci sarà la seconda stagione

Forte del successo di questa stagione, la serie TV sci-fi tornerà sugli schermi anche il prossimo anno con altri otto episodi

1
CONDIVISIONI

La cattiva notizia per i fan di Humans è che la loro serie TV preferita sta volgendo al termine. Ha esordito il 14 giugno sul canale britannico Channel 4, e dopo otto puntate domenica 2 agosto verrà trasmesso l’ultimo episodio. La buona notizia, però, è che ci sarà una seconda stagione. Il network AMC, Kudos e Channel 4 hanno infatti annunciato che la serie è stata rinnovata, ed il prossimo anno si comincerà la produzione dei nuovi otto episodi.

D’altronde c’era da aspettarselo, visto il successo di pubblico e di critica che Humans ha fatto registrare. Come non confermare una serie della TV via cavo, tra le più viste negli ultimi anni su Channel 4, con una media di circa 2 milioni di telespettatori a puntata.

Scritta da Sam Vincent e Jonathan Brackley, Humans racconta una società dove l’intelligenza artificiale e il progresso tecnologico iniziano a creare qualche preoccupazione. Parla della paura dell’uomo per ciò che non conosce, e delle conseguenze che possono derivare nel dare una coscienza alle delle macchine. Cosa accadrebbe se insegnassimo a un’intelligenza artificiale sentimenti come l’amore, l’amicizia o la fiducia? Se queste macchine diventassero così umane, cos’è che a noi renderebbe umani? Domande importanti e profonde, ma anche inquietanti se pensiamo che è un problema non molto lontano dalla realtà nostra. Forse proprio da qui deriva il successo di Humans, e cioè dal fatto che i telespettatori si sentono in qualche modo vicini alla tematica, e forse spaventati dal fatto che un giorno potrebbe verificarsi questa cosa nel mondo reale.

Per fortuna per adesso sono problematiche ancora legate alla finzione di una serie TV, e per avere delle risposte a quelle domande non ci resterà che aspettare la seconda stagione di Humans, che già si preannuncia molto interessante.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.