Cinque motivi per testare iOS 9 beta 1 su iPhone 5, 5S e 4S

Ci sono almeno cinque buone ragioni che dovrebbero spingere a tentare la 'fortuna'

iOS 9 beta 1 è già realtà da qualche giorno: avete già avuto modo di testarla a bordo di iPhone 5, 5S e 4S? Non ancora? Magari dovreste le soddisfazioni non mancano. A seguire troverete l’elenco delle cinque motivi  che potrebbero spingervi ad installarla (la scelta resta comunque a vostra discrezione, il nostro è solo un articolo informativo).

Innanzitutto, vero che ufficialmente la iOS 9 beta 1 può essere installata solo da chi è iscritto al Developer Center di Apple, ma c’è un escamotage che permette di ovviare in pochi passaggi (nel corso della procedura potreste anche incappare in qualche errore di attivazione, che vi costringerebbe ad acquistare la licenza da sviluppatore). In alternativa, aspettate venga aperto il programma di tester pubblico, a partire dal mese di luglio.

Se siete di recente passati ad iPhone 6, e vorreste comunque ravvivare le prestazioni di iPhone 5, 5S e 4S, nulla ti vieta di procedere all’installazione di iOS 9 beta 1, sulla carta studiata per ridare vitalità all’hardware più datato. Si dice che tentar non nuoce, perché privarsi di questa possibilità?

Installando la prima beta della prossima release mobile della mela avrete anche modo di dare una svolta positiva al software finale. Attraverso la vostra analisi, potrete evidenziare a chi di competenza i punti deboli della build, in modo da indirizzarli sulla strada per correggere eventuali falle e godere poi di un’esperienza utente migliore.

Un’altra motivo per cui installare subito la iOS 9 beta 1 su iPhone 5, 5S e 4S sta nelle nuove caratteristiche implementate dalla mela, che rendereranno unica questa versione. Se non state più nella pelle e proprio non riuscite ad attendere oltre, allora procedete spediti senza paura.

Infine, un altro incentivo consiste nella possibilità di tornare indietro in qualsiasi momento (almeno per adesso) ad iOS 8.3, attraverso le istruzioni che vi abbiamo fornito in un nostro precedente articolo.

Commenti (3):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.