Aggiornamento Nexus 4 ad Android M, pessime notizie. Svelato il nome della prossima versione di Android?

Macadamia Nut Cookie è il dolce scelto da Google come nome interno per Android M, la prossima release del robottino verde. Introdotti alcuni cambiamenti sulla gestione degli aggiornamenti per i device Nexus.

Brutte notizie per gli utenti Nexus 4: il Google-phone potrebbe non ricevere Android 6.0 M. Ma andiamo per ordine.

Android 5.0 Lollipop ha stravolto le interfacce dei nostri dispositivi, introducendo le icone piatte e le animazioni intelligenti del Material design, oltre che tantissime feature (multiutente, possibilità di aggiungere più account Google ecc.). La release successiva del robottino verde. Android 6.0 M, dovrebbe essere presentato tra qualche giorno – durante il Goolge I/O 2015, portando con se tantissime novità, come nuove animazioni in Material Design, il Multi-Windows, supporto nativo per il riconoscimento delle impronte digitali e scansione dell’iride.

Secondo un report effettuato dai colleghi di Android Police, Android M figurerebbe all’interno dell’AOSP come Macadamia Nut Cookie (MNC). Bada bene: il nome non è ufficiale, in quanto la M potrebbe benissimo indicare qualche altro dolce. Lollipop e KitKat, ad esempio, erano conosciuti nell’AOSP rispettivamente come Lemon Meringue Pie (LMP) e Key Lime Pie (KLP).

Non solo: Android Police chiarisce anche alcuni aspetti riguardo gli aggiornamenti dei device Nexus. Da Android M in poi, Google estenderà il supporto ai Nexus per 2 anni dalla presentazione o dalla data di arrivo sullo store, con un ulteriore anno dedicato al rilascio delle patch di sicurezza. In particolare, gli unici device Nexus certi di ricevere la nuova versione del robottino verde dovrebbero essere Nexus 7 2013, Nexus 5, Nexus 6 e Nexus 9.

Esclusi dunque Nexus 4, Nexus 10 e Nexus 7 2012, i quali non dovrebbero ricevere l’aggiornamento ad Android M, a causa dall’hardware ormai obsoleto. Nexus 4, infatti, è uno smartphone basato nativamente su Android 4.2 Jelly Bean realizzato dal produttore coreano LG Electronics per Google. Il device è dotato di un processore Qualcomm Snapdragon S4 Pro quad core Krait da 1.5GHz, GPU Adreno 320 e 2GB di memoria RAM, non proprio il “massimo” per gli standard attuali. Nota positiva, Nexus 4 dovrebbe comunque ricevere un ultimo aggiornamento di sicurezza tra ottobre/novembre 2015, concludendo così il suo ciclo di vita “ufficiale” – siamo sicuri non mancheranno custom rom in grado di regalare agli utenti l’esperienza Android M.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.