Hercules – Il Guerriero: The Rock non fare promesse che non puoi mantenere!

L’attore dichiara un presunto stile dark del suo ultimo lavoro in uscita il 13 agosto nelle sale italiane, cosa che non sembrerebbe trapelare ai più…

1
CONDIVISIONI

Che The Rock, al secolo Dwayne Johnson, abbia il fisico e l’attitudine per permettersi certi ruoli, non ci piove: nel suo curriculum ci sono testimonianze del passato in cui è possibile riscontrare ampiamente il suo stile. Ma che Dwayne faccia dichiarazioni un po’ azzardate o, per così dire, meritorie di approfondimenti, beh questo sì che potrebbe far scatenare una pioggia di riflessioni.

Il punto è questo: l’attore protagonista di Hercules – Il Guerriero, ha recentemente dichiarato che il suo Hercules sarà diverso da tutti gli altri perché rivestito di uno stile dark, cosa che, sempre a detta della roccia, risulterà una gradita e piacevole sorpresa per il pubblico.
Andiamoci piano.
Sicuramente il taglio dark c’è nella graphic novel di Steve Moore Hercules: The Thracian Wars, alla quale si ispira il lavoro cinematografico, lo avevamo già accennato qui. Per quanto riguarda il lungometraggio invece, scorrendo le immagini disponibili (anche quelle del nuovo trailer che potete gustare in calce) e conoscendo la trama, quanto dichiarato da Dwayne non risulta trovare riscontro. Più che altro il dubbio è che l’attore, forte del notevole riscontro del genere dark negli ultimi tempi, abbia voluto in un certo senso prevenire eventuali delusioni, e/o riscontri negativi; insomma, come si dice in questi casi, l’impressione è che stia mettendo le mani avanti.

Mi verrebbe da esprimermi con espressioni più colorite, ma per contratto devo mantenere un certo aplomb. E allora qual è il punto? Il punto credo riguardi l’effettiva bontà del film Hercules – Il Guerriero: parliamoci chiaro, se anche non è assimilabile ad un genere dark, ad un presunto stile Nolan (che è appunto quello stile tipicamente dark che prende il nome da Christopher Jonathan James Nolan regista, sceneggiatore e produttore cinematografico britannico, balzato all’attenzione dei più principalmente per aver diretto il reboot della saga di Batman), va bene comunque, anche perché questo presunto filone, ultimamente sembra che stia già cominciando un po’ a stancare, ad inflazionarsi.

Quindi mi verrebbe da dire: stai sereno Dwayne. Ad ogni modo il pubblico saprà giudicare con la sua arma più temibile: il botteghino. Se ci sarà da demolire un cattivo lavoro, sarà fatto, a prescindere e senza pietà. L’importante è evitare l’eventuale contatto fisico col tipo in questione; non credo convenga…

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.