Downgrade da iOS 8 beta 1 ad iOS 7.1.1 su iPhone 4S, iPhone 5 e iPhone 5S

Problemi con iOS 8 beta 1? Ecco come tornare indietro ad iOS 7.1.1 in modo facile e veloce

5
CONDIVISIONI

iOS 8 beta 1 è disponibile al download, grazie all’intervento di terzi che l’hanno caricato in rete, per iPhone 4S, iPhone 5 e iPhone 5S, anche se si è sprovvisti di un account developer. Trattandosi di una release ufficiosa, ancora in fase testing, in molti hanno avvertito l’esigenza di tornare indietro ad iOS 7.1.1 per tutta una serie di incompatibilità riscontrate. Nel presente articolo ti spiegheremo come effettuare il downgrade da iOS 8 beta 1 in modo facile e veloce.

Innanzitutto, dovrai provvedere a mettere in modalità DFU il dispositivo, collegandolo al computer e tenendo premuti insieme i tasti Power e Home per circa 10 secondi, per poi tenere premuto solo il tasto centrale per altri 10, fino all’apparizione di una schermata dedicata (recovery mode). Dai conferma per il ripristino del telefono, e poi provvedi ad installare iOS 7.1.1, semplicemente selezionando il melafonino prescelto in alto a destra su iTunes, e tenendo premuto Alt (se sei utente Mac) o Shift (se sei utente Windows).

Nella relativa finestra, sfoglia il file corrispondente ad iOS 7.1.1 e procedi all’installazione. Il processo avrà una durata di circa 10, 15 minuti. Dopo di che, iPhone 4S, iPhone 5 o iPhone 5S dovrebbe risultare perfettamente funzionante, ed equipaggiato con iOS 7.1.1, e non più con iOS 8 beta 1.

A conti fatti, sarebbe molto meglio cimentarsi nell’aggiornamento del melafonino soltanto dopo il rilascio ufficiale di iOS 8, che sappiamo avverrà in autunno, più precisamente nella seconda metà di settembre, nel giorno della presentazione di iPhone 6. In caso di problemi, non esitare a contattarci.

Commenti (2):
Giuseppe

Io eseguirò oggi il downgrade, le novità di IOS 8 sono veramente poche e “povere”, mentre non mi funziona più neppure un’App Google (sarà un caso…)

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.