Ad aprile il nuovo album di Emanuele Corvaglia: si racconta a Radio Deejay

33
CONDIVISIONI
Emanuele Corvaglia a Radio Deejay

Emanuele Corvaglia a Radio Deejay

Emanuele Corvaglia è stato ospite di Radio Deejay e ha svelato cosa sta per accadere nella sua vita e nella sua carriera.
Il cantante, noto per aver preso parte alla 12esima edizione del talent Amici di Maria De Filippi, dopo il primo EP è quasi pronto a rilasciare il disco di debutto che sarà in vendita nel mese di aprile.

Emanuele Corvaglia si trova attualmente in studio di registrazione, a lavoro sui pezzi che troveranno posto nel disco. Un disco che lo rispecchierà al 100% e che sente veramente suo, non come il singolo “Non importa dove”, che invece ha rifiutato di cantare ad Amici di Maria De Filippi.
A proposito della partecipazione al talent che lo ha lanciato, Ema ha raccontato l’emozione dei provini e la paura di non farcela e poi la grande possibilità che gli è stata offerta dalla De Filippi: non solo un posto nella scuola più ambita d’Italia ma anche un posto per la sua Martina, la sua chitarra che lo ha accompagnato fino all’uscita, molto discussa.
Proprio la sera dell’eliminazione infatti Emanuele Corvaglia aveva rifiutato di esibirsi sulle note di “Non importa dove”, il suo singolo, e a Radio Deejay ha raccontato il motivo: non lo sentiva suo e non ha voluto metterci la faccia presentandolo su canale 5.
Che sia dinanzi ad un ristretto pubblico o in diretta su canale 5, Emanuele vuole fare sempre e solo ciò di cui ha voglia e, rivendicando la sua libertà artistica, ha ringraziato Mara Maionchi e l’etichetta indipendente “Non ho l’età” per avergli dato la grande opportunità di scegliere il suo staff di lavoro.

Emanuele quindi non sposa il pensiero di Valerio Scanu sulle major, o meglio, non lo vive. Non essendo sotto contratto con un’etichetta multinazionale non ha toccato con mano ciò che il cantante sardo ha aspramente criticato nelle scorse settimane.

Commenti (1):

davide

E’ prodotto dalla Maionchi? Tanti auguri . fra un anno lo metterà alla porta come ha fatto con tanti altri e probabilmente gli dirà che non si è aiutato abbastanza. Mi chiedo che fine ha fatto Pulli sempre sotto contratto Maionchi?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.