Focus aggiornamento Samsung Galaxy Ace Plus: dati di fatto concreti

7
CONDIVISIONI

Samsung Galaxy Ace Plus

Non è detta l’ultima parola in merito all’aggiornamento del Samsung Galaxy Ace Plus, clamorosamente lasciato indietro a girare con GB 2.3.6, versione OS con cui è stato lanciato sul mercato. Il 2014 sarà l’anno in cui il sistema operativo Android sarà scremato dalla frammentazione che lo ha caratterizzato fino a questo momento, così come dimostrato il calcolo medio delle percentuali a seguire.

Recenti studi hanno dimostrato che Gingerbread e Ice Cream Sandwich iniziano a subire una decrescita in accordo con il report rilasciato da Google sulle quantità di distribuzione delle rispettive versioni OS. Android 4.4.X KitKat ha guadagnato una percentuale dell’1.4 % a bordo dei dispositivi Nexus, HTC One Google Edition, LG G2 e G Pad 8.3.

Il passaggio da Android 4.1 ad Android 4.3 ha raggiunto il 7.8 % nella classe middle-range, con Android 4.0.X che si attesta intorno al 16.9 %, in via di aggiornamento a versioni successive. Android 2.3.X ha raccolto circa il 21.2 %, ed Android Froyo l’1.3 %. Android 3.2 Honeycomb insiste nel sopravvivere, ma con una percentuale alquanto irrisoria di tutta la torta (0.1 %).

Android 4.4 KitKat è stato lanciato con lo scopo di risolvere la frammentazione grazie ad un unico standard, ovvero il requisito minimo di 512 MB di RAM. In tal merito, il Samsung Galaxy Ace Plus dovrebbe rientrare a tutti gli effetti, fermo restando che non saranno rilasciati aggiornamenti per dispositivi con età superiore ai 18 mesi. Presentato nel gennaio 2012, il GT-S7500 risulta ancora entro i termini, in quanto il 18esimo mese coincide proprio con questo di gennaio ancora in corso. I presupposti per l’upgrade ci sono, ora si tratta solo di capire come vorrà comportarsi la casa col Samsung Galaxy Ace Plus.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.