Samsung Galaxy Note 3 vs Samsung Galaxy Note 4, differenza non solo nel prezzo

1
CONDIVISIONI
Samsung Galaxy Note 3

Samsung Galaxy Note 3

Il Samsung Galaxy Note 3 ed il Samsung Galaxy Note 4 potrebbero dar vita ad un confronto decisamente interessante e caratterizzato da una differenza sostanziale, considerando le voci che hanno preso piede nel corso delle ultime ore per gli utenti che seguono da vicino le vicende del colosso coreano.

Stando a quanto emerso dall’intervista rilasciata a Bloomberg da Lee Young Hee, vale a dire il vicepresidente esecutivo dell’area mobile di Samsung, il phablet di quarta generazione potrebbe puntare su una struttura rivoluzionaria rispetto ai suoi predecessori, al punto che si parla di uno schermo a “tre facciate”. La novità potrebbe dunque essere rappresentata dal bordo laterale, dove diventerebbe possibile leggere i messaggi e alcune notifiche che giungerebbero dai social network.

Il modello con il quale questa tecnologia potrebbe fare il suo esordio sul mercato, nel dettaglio, sarebbe in uscita entro la fine del 2014, anche se al momento è difficile dire con precisione se l’azienda ci sta pensando proprio a proposito del tanto atteso Samsung Galaxy Note 4.

Certo, ad oggi tutti i segnali stanno andando in quella direzione, fermo restando che lo stesso manager ha parlato di una novità che sarà rivolta prettamente a coloro che sono alla ricerca di device con standard più avanzati rispetto al solito e che, di conseguenza, sono anche disposti a pagare di più, pur di raggiungere un obiettivo di questo tipo.

Va detto che non si è parlato di un prezzo specifico, ma è chiaro che tale aspetto rischia di essere uno dei più significativi, nel prendere in esame le caratteristiche dell’uno e dell’altro device. Solo nei prossimi mesi, comunque, verranno a galla tutte le altre differenze cruciali tra dispositivi come il Samsung Galaxy Note 3 ed il tanto atteso Samsung Galaxy Note 4.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.