Grand Piano, qualcuno spara sul pianista

Grand Piano, qualcuno spara sul pianista

Grand Piano, qualcuno spara sul pianista

Elijah Wood continua a dividersi tra produzioni hollywoodiane ed europee.

E così mentre nelle sale di tutto il mondo è arrivato il secondo episodio della trilogia de Lo Hobbit in cui ha partecipato solo con un cameo (in Lo Hobbit: Un viaggio inaspettato), l’attore porta sullo schermo un pianista che dovrà suonare il suo miglior concerto di sempre se vuole salvare la sua vita e quella di sua moglie.

Diretto dallo spagnolo Eugenio Mira, Grand Piano, presentato all’ultimo Festival di Torino, è un thriller che fonde atmosfere hitchcockiane e depalmiane, con la maggior parte del film ambientata sul palcoscenico su cui si esibisce il pianista.

Suona una nota sbagliata e morirai, questo il messaggio che di sicuro non pensava di trovare sul suo spartito Tom Selznick, prodigio del pianoforte, al suo rientro sulla scena dopo 5 anni. La pausa era stata dettata da un suo concerto riuscito male, esperienza che lo aveva toccato profondamente, e che ora sarà chiamato a riscattare in maniera perfetta suonando lo stesso difficile pezzo che anni prima aveva sbagliato. Tutto questo, costantemente sotto il mirino laser di un cecchino, che da un auricolare gli fornisce anche le istruzioni sul comportamento.

Con John Cusack nel ruolo del cecchino e i produttori di Buried -Sepolto, Grand Piano arriverà nei cinema Usa a marzo 2014.
Il trailer lo trovate qui.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.