Samsung Galaxy Nexus con Android 4.4, parte la petizione online

7
CONDIVISIONI
Samsung Galaxy Nexus

Samsung Galaxy Nexus

Il Samsung Galaxy Nexus non fa parte dei modelli che avranno modo di ricevere l’aggiornamento del sistema operativo Android Kit Kat 4.4, almeno non in via ufficiale. La conferma è giunta qualche giorno fa direttamente dall’assistenza Google, che con grande sorpresa del target in questione, ha fatto sapere che i modelli lanciati sul mercato più di diciotto mesi fa, non potranno godere di tale privilegio.

In particolare, coloro che in questi anni si sono portati a casa un Samsung Galaxy Nexus sono passati molto in fretta dalle parole ai fatti, dando vita ad una petizione online che sta raccogliendo già un numero elevatissimo di firme, a testimonianza della voglia che il target in questione ha di toccare con mano tutti i plus che saranno garantiti dall’aggiornamento del sistema operativo Android Kit Kat 4.4, anche tenendo a mente quella che ancora oggi può essere considerata un’ottima scheda tecnica.

In pochi, tra gli addetti ai lavori, avevano previsto che il Samsung Galaxy Nexus non avrebbe ottenuto l’aggiornamento Android Kit Kat 4.4, anche perché Sundar Pichai, responsabile del progetto Android, aveva in precedenza affermato che il firmware in questione sarebbe stato storico, in quanto il suo scopo è quello di limitare il più possibile il fenomeno della frammentazione.

Difficile, in questo momento, affermare quali saranno li effetti della petizione online lanciata dagli utenti che dispongono di un Samsung Galaxy Nexus, ma l’aver raggiunto in poche ore quasi 20mila firma non potrà lasciare indifferenti né Samsung, né tantomeno Google: entrambi i brand, infatti, a questo punto potrebbero essere incentivati a fare uno sforzo in più per accontentare chi dispone di un Samsung Galaxy Nexus.

La petizione, in ogni caso, è facilmente raggiungibile attraverso le pagine di Change.org, auspicando che qualcosa possa effettivamente cambiare per il target in questione.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.