Attrezzatura, consigli e workshop dedicati alla fotografia di viaggio

2
CONDIVISIONI

Ormai manca veramente poco alla partenza per le tanto desiderate vacanze estive, spesso scenario perfetto per un reportage fotografico per gli amanti del genere.

Qualsiasi sia la meta prescelta, la compagnia e il budget a disposizione, tutti desideriamo poter conservare vividi nel tempo i ricordi del nostro viaggio: non solo semplici souvenir da comprare in qualche negozietto turistico ma una vera e propria visione soggettiva dei luoghi che abbiamo visitato. Cosa c’è di meglio della nostra amata reflex e qualche buona ottica per poter realizzare tutti gli scatti che ci serviranno per realizzare il nostro personale reportage?

fotografie di viaggio

Uno scorcio di New York

Ogni appassionato di fotografia che si rispetti ha sognato prima o poi di inforcare sulla spalle uno zaino colmo di attrezzatura professionale e partire verso luoghi incontaminati alla ricerca dello scatto perfetto sulle orme dei report del National Geographic; e se ci accontentassimo anche della settimana al mare con la famiglia o gli amici conservando intatto lo spirito del foto reporter?

Sono molti i consigli che i grandi maestri e le testate di settore sono pronti a dispensare su qual è la migliore attrezzatura da portare con se durante un viaggio, lungo o breve che sia. Provo a sintetizzare le migliori informazioni che ho fatto mie e che mi hanno aiutato a non sentirmi mai “sprovvisto” quando riusciamo a vedere il giusto scatto intorno a noi.

Ottiche:

Non mi separo mai dal mio amato 24/70 2.8, utilissimo come lente tutto fare grazie alle sua versatilità nello scattare anche in scarse condizioni di luce. Per i momenti più creativi la mia ottica 50mm 1.4 mi permette di realizzare non solo primi piani fantastici ma anche splendide foto notturne (specialmente in contesti urbani).

Corpo macchina:

Qui molto dipende dal budget. La mia Canon 5D Mark III non mi tradisce mai. Trovo utile anche una piccola e leggera compatta (la signora Leica) per le foto “al volo”.

Schede di memoria come se piovessero.

Per esperienza personale vi consiglio di non risparmiare un centesimo su questo articolo: è molto peggio perdere tutte le vostre foto che investire una ventina di euro in più.

Un notebook compatto o un hd con monitor lcd per il backup quotidiano delle foto possono essere molto molto utili.

Per chi volesse approfondire la tematica, vi consiglio un punto di vista Nikoniano ed uno Canoniano (tratto dal National geographic online).

Per i veri appassionati e per chi non ha ancora organizzato le prossime ferie, vi consiglio questo stupendo workshop lungo il Danubio per una vera full immersion fotografica ad un prezzo molto interessante.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.