The Family, una black comedy in stile Soprano

The Family, una black comedy in stile Soprano

The Family, una black comedy in stile Soprano

The Family è il nuovo film del francese Luc Besson, già regista di pellicole come Giovanna d’Arco, Il quinto elemento e Léon. Sebbene sia apprezzato dal pubblico, il Besson regista però non trova lo stesso riscontro favorevole nella critica che accusa i suoi film di avvicinarsi più al mondo delle pubblicità che a quello del cinema. Diverso il discorso invece quando si limita alla stesura della sceneggiatura, come ad esempio per Taken o From Paris with Love.

In The Family però l’impressione è che il registro del regista (non ho resistito) sia cambiato. Lo stile è quello della black comedy, che per certi versi ha già funzionato benissimo con la serie televisiva I Soprano, caratterizzata però dall’azione che il regista sa infondere nelle sue pellicole.

The Family, il cui titolo in principio era Malavita, è ispirato dal romanzo Badfellas di Tonino Benacquista e potrebbe considerarsi un sequel (ho detto potrebbe) di Quei bravi ragazzi, con De Niro a impersonare il ruolo di Ray Liotta, ossia quello di Henry Hill che entrato a far parte del programma di protezione testimoni deve trasferirsi sotto copertura in un altro paese. Il paese in questione è una piccola cittadina francese, ma la famiglia come vedremo non solo si troverà in difficoltà ad ambientarsi a causa di uno stile di vita totalmente diverso ma dovrà fare anche i conti con qualche fantasma, piuttosto reale, in arrivo dal passato.

Cast di spessore per Luc Besson che oltre al già citato Robert De Niro, ingaggia anche Michelle Pfiffer, Tommy Lee Jones, Dianna Agron e John D’Leo.

The Family arriva nelle sale Usa il 20 settembre.
Il trailer lo trovate qui.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.