Da Sabato 3 Novembre Optiblog diventa OptiMagazine

7
CONDIVISIONI

Optiblog è un piacevole esperimento creativo nato circa un anno fa in Optima Italia, un’azienda di successo popolata da oltre 150 dipendenti con un’età media di 28 anni. I giornalisti parlano della realtà ‘Optima’ come della ‘Google del meridione’ ed in fondo è proprio così. Chi visita Optima, attraversa un verio e proprio ‘binario 9 e tre quarti’ e si ritrova in un mondo parallelo a metà tra un Campus universitario e una sofisticata azienda hi-tech, con angoli degni di un centro benessere o di una sala giochi. I ragazzi in jeans e tshirt siedono ovunque con i loro laptop e sembrano divertirsi mentre elaborano servizi di qualità per oltre centomila aziende italiane.

In questa atmosfera semplificante e fuori dagli schemi era naturale che nascesse un prodotto editoriale con le stesse caratteristiche. Non il solito e poco rilevante ‘business blog’, bensì un vibrante luogo di conversazione su temi tecnologici ma anche giovanili, ove favorire informazione e aggregazione.Con questi presupposti Optiblog, grazie ad una immediata risposta del pubblico digitale, è cresciuto rapido come il fagiolo magico di Jacobs. Un milione di visite mensili, oltre diecimila tra commenti ed email, puntuali posizionamenti delle news nei motori di ricerca, sono i numeri che hanno sancito il successo e il gradimento di questo giovane progetto.

E adesso che siamo cresciuti… ‘We need a bigger boat’ !

OptiBlog si trasforma in un nuovo prodotto editoriale: OptiMagazine, una web-zine con molte più notizie e rubriche e con una grande novità: le video interviste a cura dei nostri S-Busters, gli ‘acchiappa-semplificazione’. Con loro incontriamo ed intervistiamo personaggi provenienti da vari mondi: istruzione, politica, lavoro, spettacolo e cultura per capire insieme gli ingranaggi della ‘semplificazione’, in tutte le sue forme.Speriamo vivamente che vi piaccia, ci mettiamo tanto entusiasmo nel realizzarlo ogni giorno, continuate a seguirci e buona lettura!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.