Energia alternativa: come ricaricare casa con l’auto

1
CONDIVISIONI

energia alternativaL’energia alternativa per un’ abitazione può provenire anche da un’auto. La Leaf, primo modello elettrico  della Nissan, in caso di blackout al sistema elettrico tradizionale, ad esempio,  funziona come generatore di corrente che mantiene costante il funzionamento dei nostri apparati elettronici, almeno per un tempo prestabilito.

Le batterie agli ioni di litio progettati dalla casa automobilistica giapponese consentono di immagazzinare energia alternativa per 24 kWh, quanto basta per due giorni di copertura di una famiglia per il suo normale approvvigionamento.

Tra abitazione e auto può essere creato un sistema coordinato grazie al quale, ad esempio, durante le ore giornaliere, l’apporto elettrico della macchina alleggerisce il carico energetico altrimenti richiesto alla rete tradizionale. Al contrario, durante le ore notturne, è la vettura a potersi ricaricare, sottraendo potenza diversamente non utilizzata.

Un sistema simile di energia alternativa sta prendendo piede, ora, in Giappone, dopo i ben risaputi problemi legati alle centrali nucleari. Si spera che, tuttavia, la diffusione includa anche il resto del mondo e non ultima l’Italia.

 

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.