Energia alternativa in cucina: la griglia tutta green

5
CONDIVISIONI

energia alternativaL’energia alternativa è utili anche in cucina, ora più che mai. Presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT) è stata, infatti, brevettata, una griglia che sfrutta la sola energia solare per cuocere cibi e pietanze. Al bando il carbone e il gas, i raggi del sole sono in grado, da soli, di garantire la cottura ottimale di alimenti durante un barbecue.

L’invenzione, all’apparenza, potrebbe sembrare una normale griglia  da giardino: la differenza fondamentale, invece, è che questo apparecchio consente di immagazzinare energia alternativa per, circa, 25 ore di funzionamento della piastra. Come funziona? Una semplice lente di Fresnel convoglia tutta la potenza termica all’interno di un contenitore pieno di nitrato di litio. Una volta surriscaldato, quest’ultimo funziona come una vera e propria batteria solare che riscalda in maniera costante il piano cottura.

L’invenzione potrebbe avere un forte riscontro, soprattutto, nei paesi in via di sviluppo come l’Africa, dove il carbone e la legna sono, ancora, le principali materie prime adoperate per cucinare. Insomma, dove non giungono infrastrutture come la rete elettrica e quella del gas, questa speciale griglia potrebbe essere un valido aiuto contro la deforestazione e la produzione di anidride carbonica da combustione.

 

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.