Bruciare più grassi? Camminare all’indietro come i gamberi

3
CONDIVISIONI

Bruciare più grassi? Camminare all’indietro come i gamberiL’estate è alle porte e impazzano le notizie su soluzioni miracolose per perdere peso, magari con qualche nuovo fitness alla moda. Qualche volta, però,  ci sono studi scientifici come quello realizzato in Sudafrica dall’Università Stellenbosch che, ad onor del vero, attestano la validità di una disciplina specifica: è il caso della camminata all’indietro, proprio quella dei gamberi, per intenderci, che fa bene alla salute e aiuta a dimagrire.

I VANTAGGI – Lo studio è stato condotto su alcune studentesse universitarie, divise in due sottogruppi, il primo invitato a praticare la comune marcia in avanti, il secondo, al contrario, quella all’ indietro. La durata del test è stata di 6 settimane, per complessive 18 passeggiate. Le analisi effettuate prima e dopo le prove dimostrano che il gruppo di camminata all’indietro, ha beneficiato delle condizioni salutari migliori: una sensibile diminuzione del consumo di ossigeno dovuto al miglior lavoro dei polmoni e una diminuzione del 2.5% del grasso corporeo. C’è da sottolineare, infine, un altro aspetto interessante: la camminata all’ indietro facilita chi ha problemi alla schiena e la riabilitazione di persone con problemi alle ginocchia.

 

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.