A breve si produrrà energia da una boa

Un nuovo sistema per produrre energia, che, stando a quanto dichiarato dai diretti interessati, dovrebbe risultare essere più costoso del fotovoltaico, producendo però il doppio dell’energia. Si tratta del progetto portato avanti da un ricercatore dell’Università di Pisa, Marco Grassi, da sempre focalizzato sulla conversione dell’acqua in energia.

A questo punto, si può dire con certezza che la sua boa (il cui costo parte da 600 mila euro) sarà lanciata sul mercato entro il 2011, consentendo lo sfruttamento  dell’energia delle onde. La struttura di questa boa prevede che l’estremità inferiore sia collocata tra i 15 e i 25 metri di profondità. Al momento, siamo ancora nella fase test, con Castiglioncello location prescelta per chiudere un momento storico decisivo per l’intero progetto.

Da Intoscana.it

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.