Pianpiatto, invenzione in cerca di investitori

Si è parlato poco, in questi mesi, di un’invenzione estremamente utile e che, se “sposata” da investitori interessati, potrebbe diventare di utilizzo comune. Si tratta, nello specifico, del cosiddetto panpiatto: parliamo di un piatto che non sporca e che di conseguenza non richiede di essere continuamente lavato come i suoi predecessori.

Il merito di questa potenziale svolta va attribuito a Giovanni ed Elena Casale, il cui scopo è stato quello di utilizzare un elemento come l’aloe, in modo tale da creare un pane commestibile e che allo stesso  tempo fosse in grado di non assorbire il liquido prodotto dai vari alimenti. Le prime descrizioni sul prodotto evidenziano come il suo sapore sia decisamente simile a quello del pane tradizionale.

Da Yeslife.it

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.